Nocera Inferiore, carte e documenti falsi per truffare la TIM. 5 persone arrestate

Una truffa ai danni della società telefonica TIM per un ammontare di circa 4 milioni di euro è stata scoperta dai carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore che stamani hanno eseguito cinque arresti domiciliari nei confronti di persone, residenti a Napoli e a Salerno. Sono accusate di associazione per delinquere, truffa, ricettazione, falsità  materiale, sostituzione di persona e indebito utilizzo di carte di credito contraffatte.

I provvedimenti restrittivi scaturiscono da un’indagine, condotta dai militari del Reparto Territoriale di Nocera, che ha portato all’individuazione del gruppo criminale, composto in prevalenza da pregiudicati napoletani, dedito alle truffe ai danni della TIM, mediante l’indebito utilizzo di carte di credito e documenti d’identità contraffatti per l’acquisto di smartphone e tablet, in vari esercizi commerciali fra le province di Napoli, Salerno, Caserta, Benevento, Roma, Frosinone e Rimini.

L’attività investigativa ha permesso di documentare le responsabilità dei 5 indagati in riferimento a numerosi acquisti di prodotti di telefonia, con un danno complessivo  di circa 4 milioni di euro.

Lascia un Commento