Nocera I. (SA) – Scontri Nocerina-Lecce, misura cautelare per tre tifosi nocerini

Tre giovani tifosi della “Nocerina Calcio” stamani sono stati raggiunti da misura cautelare personale con obbligo di presentarsi alla Polizia Giudiziaria in quanto ritenuti responsabili del lancio di materiale pericoloso in occasione della partita Nocerina-Lecce, disputata lo scorso 19 ottobre. I tre, di 21, 23 e 27 anni d’età, sono accusati di lesioni dolose aggravate nei confronti di un ispettore della Polizia di Stato del locale Commissariato, violenza e resistenza a Pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.

I provvedimenti sono stati emessi dal Gip del Tribunale nocerino al termine delle indagini eseguite dai poliziotti del commissariato di Nocera i quali hanno accertato che durante la gara un gruppo di tifosi della Nocerina, presente nella curva sud del San Francesco, organizzò una vera e propria spedizione punitiva contro una 50ina di tifosi del Lecce che erano in prossimità dello stadio. Abbandonando la loro posizione i tifosi nocerini aprirono i cancelli dirigendosi verso i tifosi pugliesi che erano vigilati dai poliziotti del Commissariato di Nocera. Incuranti della presenza delle forze dell’ordine, i tifosi di casa iniziarono a lanciare pietre e altri oggetti contro i tifosi ospiti colpendo anche i poliziotti che li scortavano. Le varie fasi dell’aggressione furono riprese con telecamere del personale della Polizia di Stato e i filmati sono risultati utili per le indagini che hanno portato all’identificazione dei tre tifosi.

Lascia un Commento