Nocera I. (SA) – Ritrovato Luca, arrestata un’infermiera del Cardarelli

E’ durato dieci ore l’incubo della famiglia Cioffi per il rapimento del piccolo Luca, il neonato portato via ieri pomeriggio da una donna dall’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore. Gli agenti della squadra mobile di Salerno e del Servizio operativo centrale della Polizia hanno trovato il bambino poco dopo la mezzanotte e lo hanno riconsegnato sano e salvo ai genitori dopo un blitz in un appartamento di Nocera Inferiore. A rapirlo è stata Annarita Buonocore, infermiera di 42 anni in servizio al Cardarelli di Napoli e madre di due figli. La svolta delle indagini è arrivata, quando un medico dell’Umberto I si è presentato dalla polizia dicendo di conoscere la donna ritratta nell’identikit diffuso dalla polizia scientifica. La rapitrice era entrata nella stanza di Annalisa Fortunato, la madre del piccolo Luca e, con la scusa di dover effettuare una medicazione, lo aveva portato via. La donna vive a Nocera ed ha qualche problema psicologico. Agenti della squadra mobile di Salerno e dello Sco hanno fatto irruzione nell’appartamento della donna, al settimo piano di un palazzo in via Arturo Petrosini dove vive la Buonocore e dove il piccolo Luca è stato trovato tranquillo in un lettino. Quello di Annarita Buonocore non è stato comunque un gesto improvvisato: la donna aveva preso un periodo di congedo dal lavoro di 10 giorni, segno che avesse ben chiaro cosa intendeva fare.

Lascia un Commento