Nocera I. (SA) – Processo Linea d’Ombra, le richieste del PM. 9 anni per Gambino

Nove anni di carcere per Alberigo Gambino, ex sindaco di Pagani e consigliere regionale del Pdl, è la richiesta del pubblico ministero Vincenzo Montemurro al termine delal requisitoria di ieri al processo Linea d’Ombra, sul presunto intreccio tra politica e camorra a Pagani. Il pm ha chiesto la condanna a nove anni di reclusione ciascuno anche per Antonio e Michele Petrosino D’Auria; sei anni e mezzo per Giuseppe Santilli e Giovanni Pandolfi Elettrico; cinque anni per Giovanni De Palma, Antonio Fisichella e Francesco Marrazzo. La richiesta di assoluzione invece per il presidente della Paganese, Raffaele Trapani, e per Massimo Quaratino e Giovanni Barone.

Nel corso del processo i pentiti hanno raccontato della campagna elettorale di Gambino, dell’impegno che aveva profuso Michele D’Auria Petrosino a recuperare voti per il candidato sindaco del Pdl, dei comizi organizzati nel Bronx della città dell’Agro e delle mura del quartiere tappezzate di manifesti elettorali. I pentiti avevano parlato delle opportunità di lavoro che sarebbero venute fuori con la vittoria di Gambino. Raccontarono di cene elettorali organizzate anche con consiglieri del vicino comune di Sant’Egidio Montalbino e dell’appoggio che i fratelli D’Auria avrebbero garantito al sindaco anche alle elezioni regionali.

Le ultime arringhe dei difensori sono previste il 26 febbraio e il verdetto per il 5 marzo prossimo.

Lascia un Commento