Nocera I. (SA) – Non poteva pagare il mutuo, suicida un ambulante

Ancora un dramma della disperazione legato alle difficoltà economiche e alla depressione. Almeno sembrano essere questi i motivi dell’insano gesto di un venditore ambulante di Nocera Inferiore che ieri si è tolto la vita ad Atripalda, in provincia di Avellino, impiccandosi nel suo furgone. L’uomo, 52 anni, nativo di Pagani e residente a Nocera Inferiore, vendeva tessuti e generi di merceria.

Il suicidio, secondo la ricostruzione dei carabinieri, è avvenuto tra le 11 e le 13. A scoprire il cadavere è stato un altro ambulante al momento di lasciare l’area mercatale. Secondo quanto hanno accertato i carabinieri, l’ambulante nocerino era depresso per la diminuzione degli introiti derivanti dalla sua attività di ambulante, che aveva ereditato dal padre, e non riusciva a rispettare le scadenza di un mutuo e di un prestito. A questo si univano questioni di famiglia. La salma dell’ambulante, dopo i rilievi del medico legale, è stata restituita alla famiglia. Sposato e padre di una bambina di 10 anni, ieri mattina si era recato al mercato comunale di Parco delle Acacie dove ha deciso di mettere fine alla propria esistenza.

Lascia un Commento