Nocera I. (SA) – Evitati i licenziamenti a Villa Chiarugi

Evitato il licenziamento di 33 lavoratori di villa Chiarugi a Nocera Inferiore grazie anche alla volontà dell’azienda consapevole che la risorsa più importante della casa di cura sono i suoi lavoratori. Nel corso delle trattative, come annunciato dalla Cisl FP, nell’ambito delle varie ipotesi di ammortizzatori sociali da poter utilizzare, è stato deciso di applicare il contratto di solidarietà che sembra allo stato il più favorevole per i 95 dipendenti. 

La decurtazione riguarderà il 30% settimanalmente rapportato ai contratti individuali. Necessario, secondo la CSIL, deve essere il decisivo intervento da parte dell’ASL Salerno che, in prima battuta, deve studiare strategie di integrazione reale dei servizi, favorendo processi di riconversione e riqualificazione delle attività svolte dalle strutture private interessate.

Lascia un Commento