Nocera I. – Omicidio Garzillo, arrestato un 30enne

E’ stato eseguito un arresto ieri pomeriggio nell’ambito delle indagini sull’omicidio di Guido Garzillo, il 27/enne, freddato a colpi di pistola sotto casa sabato notte a Nocera Inferiore.
L’arrestato è un pregiudicato nocerino, di 30 anni, nella cui abitazione i carabinieri hanno trovato una pistola giocattolo modificata. La prova dello stub dovrà stabilire se ha sparato, mentre gli esperti balistici del Comando provinciale dei carabinieri di Salerno verificheranno se la pistola sia in grado di sparare e se è stato usata di recente.

Secondo la ricostruzione degli investigatori dei carabinieri il sicario sapeva che Garzillo sabato sera sarebbe tornato a casa per riaccompagnare assieme alla sua fidanzata il nipotino di 9 anni; i due erano a una ventina di metri dal giovane quando è stato ucciso. Una volta parcheggiata la sua Ford KA, sono scesi la ragazza e il bambino diretti verso l’abitazione della vittima. Garzillo è rimasto in auto, dove si è avvicinato il killer che gli ha sparato tre colpi di pistola calibro 7,65: uno lo ha raggiunto ad una spalla, gli altri due si sono conficcati in un braccio. Poi il sicario si è allontanato a piedi. Garzillo è sceso dall’auto ed ha citofonato ai genitori per chiedere aiuto. La sua fidanzata ha avvertito soltanto il rumore dei colpi d’arma da fuoco e si è subito lanciata a prestare soccorso al fidanzato, non riuscendo a distinguere il killer. Garzillo è stato poi accompagnato a bordo della sua vettura all’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore dove è deceduto subito dopo al pronto soccorso. Le indagini sull’omicidio, il cui movente è tutto da chiarire, sono coordinate dal pm della Procura di Nocera, Roberto Lenza.

Aggiornamento 18:00

I carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore hanno acquisito alcuni filmati degli impianti di videosorveglianza dei negozi di via Salvatore D’Alessandro dove è avvenuto l’omicidio di Guido Garzillo. Il pubblico ministero della Procura della Repubblica di Nocera, Roberto Lenza, nella giornata di domani dovrebbe l’incarico al medico legale per poter effettuare l’esame autoptico sul corpo del 27enne. Secondo gli investigatori il delitto presenta numerose anomalie e si cerca di capire se esiste un movente.

Lascia un Commento