Neonato rinchiuso in valigia, domiciliari per la 30enne che lo ha partorito

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Arresti domiciliari per Olga Iacob, la trentenne di origini moldave in stato di fermo da due giorni a Vallo della Lucania con l’accusa di omicidio per aver rinchiuso il corpo del neonato appena partorito in una valigia prima di recarsi in ospedale per una emorragia conseguenza del parto.

Lo ha deciso il gip del tribunale di Vallo della Lucania, non convalidando la richiesta del sostituto procuratore Paolo Ielo che ne chiedeva l’arresto in carcere.

Intanto, sono stati fissati per domenica alle ore 9.30, i funerali del neonato. Si svolgeranno nella chiesa di Santa Maria delle Grazie di Vallo della Lucania e saranno a spese del Comune.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento