Nel Vallo di Diano un presidio di Libera per dire NO alle mafie. Oggi l’inauguazione a Padula. Ascolta le interviste su Radio Alfa

Da oggi anche nel territorio del Vallo di Diano c’è un Presidio di Libera, Associazione nomi e numeri contro le mafie, che è stato intitolato a Natale De Grazia, capitano di fregata, morto in circostanze misteriose il 13 dicembre del 1995. L’inaugurazione, a Padula presso il Museo Joe Petrosino, avviene al termine di un lungo percorso di formazione e gestazione dal basso, che ha riunito attorno al progetto e ai temi di Libera numerose associazioni e singoli cittadini, uniti nella lotta alla cultura mafiosa. 

Il capitano De Grazia, a cui è intitolata la sede di Libera a Padula, morì a 39 anni, improvvisamente, nei pressi di Nocera Inferiore, mentre si trasferiva da Reggio Calabria a La Spezia per alcuni compiti di servizio legati alle delicate  indagini che stava seguendo, relative allo smaltimento  illecito di  rifiuti tossici. Il certificato di morte parlò di arresto cardio-circolatorio, ma la storia delle indagini sulla sua morte  ha molti  punti  oscuri.

Di questo episodio e del taglio del nastro del Presidio di Libera a Padula abbiamo parlato a Radio Alfa con Riccardo Christian Falcone, del coordinamento provinciale di Libera Salerno, e con Daniela Marcone, vice presidente nazionale di Libera.

Riascolta l'intervista QUI

Falcone e Marcone su presidio Libera a Padula

Lascia un Commento