Nel Vallo di Diano al via i controlli sui terreni nell’inchiesta “Chernobyl”.

Sant'Arsenio (SA) – A distanza di anni arriva nel Vallo di Diano un sopralluogo delle Commissioni "Anticamorra" ed "Ecomafia" per la verifica dei siti inquinati individuati nell'inchiesta "Chernobyl". Le Commissioni Regionali "Anticamorra" ed "Ecomafia" saranno congiuntamente in sopralluogo nel Vallo di Diano nei siti in cui "sarebbero"  stati interrati rifiuti tossici, martedì 11 febbraio. Ecco la scaletta dei sopralluoghi: alle ore 10.30 a Sant'Arsenio in località  Sannizi; alle ore 12.30 a San Pietro al Tanagro in località Tempa Cardona; alle ore 14.30 a San Rufo in località  Via Larga; alle ore 16.30 a Teggiano in località Buco Vecchio. Tecnici dell'Arpac accompagneranno le Commissioni. Ai sopralluoghi sono stati invitati i Sindaci, Presidenti delle Comunità' Montane, Amministratori, Legambiente, Associazioni e Cittadini.

Lascia un Commento