Negro Festival alle Grotte di Pertosa-Auletta, 25 e 26 agosto. Programma e intervista

C’è grande attesa a Pertosa per la 23esima edizione del NEGRO FESTIVAL di scena questo weekend, sabato 25 e domenica 26 agosto, all’ombra delle Grotte di pertosa-Auletta. In totale saranno 6 i live dell’edizione 2018 del Negro Festival con la direzione artistica di Dario Zigotto.

Sabato 25 sul palco Uanmness & I Provinciali, Daniela Pes Quartetto, il progetto Black Is Beautifull (anche con Nicola Linfante)

Domenica 26 agosto Stefano Saletti & Banda Ikona, Frankie hi-nrg e Modena City Ramblers.

Il tema di quest’anno è “Babele lingue e linguacce” che evidenzia la filosofia del Negro Festival che vuole interpretare il ruolo di mediatore culturale, producendo intrattenimento e ricerca di contenuti, attraverso una programmazione variegata.

Il tutto incastonato nello splendido scenario delle Grotte di Pertosa-Auletta che saranno fruibili grazie anche all’impegno della Fondazione Mida e dell’amministrazione comunale di Pertosa guidata dal sindaco Michele Caggiano oggi nostro ospite

Riascolta il collegamento
Michele Caggiano

 

IL PROGRAMMA

SABATO 25 AGOSTO

Sabato 25 agosto dalle ore 21.30, l’esibizione di un giovane protagonista, che si sta già ricavando un posto di riguardo nel mondo, ormai super affollato, dellHip Hop italiano: Fausto Marino, in arte Uanmness, proveniente dal territorio e portatore sano di una parola socialmente utile e civile, declinata in un linguaggio musicale e ritmico straordinariamente moderno. Presenterà il suo ultimo album: Prince Café.

A seguire, Daniela Pes, giovane artista che vive sospesa tra la tradizione sarda, lelettronica e il folk: la lingua, antica e identitaria, con la particolarità dei suoi suoni e dei suoi fonemi, diventa universale grazie alla musica elettronica, dentro una ricerca sperimentale.

In chiusura di serata, il palco diventa apolide e cosmopolita con linvasione di musicisti locali e internazionali, che hanno forti contatti con la realtà musicale campana: sono i musicisti di Black is Beautiful, un progetto musicale prodotto da Mauro Romano (Mr. Few records). Un melting pot in cui si mescolano costa ed entroterra del mondo, background musicale e culturale, tradizione e attualità. Black is beautiful è una mission per lintegrazione, composta da artisti provenienti da diverse aree geografiche, ma con la stessa idea di fare musica. Un progetto (con una coproduzione del Negro Festival) proposto dal musicista Nicola Linfante, altro talento locale cresciuto e formatosi allestero, che ha radunato nomi come Patrix Duenas, Tahnee Rodriguez, Oumy Ndiaye, Ady Thioune, Antonio Ragosta, Sergio Dileo, Salvatore Rainone, Benjamin Ventura, Charles Ferris, Raffaele Carotenuto e Giuseppe Giroffi.

DOMENICA 26 AGOSTO

Il gruppo di Stefano Saletti & Banda Ikona, fondato dal musicista e ricercatore Stefano Saletti e inciso sul loro ultimo cd, Soundcity Suoni dalle città di frontiera, che lo scorso anno sfiorò la Targa Tenco per il miglior disco in lingua dialettale. Un viaggio affascinante tra i suoni e le culture del Mediterraneo, alla ricerca di un linguaggio musicale e lirico, che unisca tanti popoli diversi che si affacciano sullo stesso mare: da Lampedusa a Istanbul, da Tangeri a Lisbona a Jaffa, Sarajevo e Ventotene.

In ambito di parole (e musica) cè un artista che è stato lantesignano di una ricerca importante che ha aperto una via italiana, alta e innovativa, alla canzone di qualità, fortemente connessa allhip hop e al nostro miglior rap delle origini: Frankie hi-nrg mc, qui protagonista di un progetto, Live Show Case, ad alto tasso di sperimentazione, che lo vede eseguire il suo repertorio accompagnato da un dj.

La chiusura della XXIII edizione toccherà alla storica band dei Modena City Ramblers, con il loro concerto Sulla Strada, Controvento. Un marchio affidabile e inossidabile di ballads e storie, che hanno accompagnato generazioni e che ancora seducono, con la forza di parole e musica che narrano la storia delle ingiustizie, dei diritti e delle speranze. I Mcr sono una delle più apprezzate istituzioni di musica attuale italiana, entrati ormai nellalbo doro della più nobile arte del canto popolare e, come tale, ad alto tasso di partecipazione. Presentano il loro ultimo lavoro discografico: Mani come rami, ai piedi radici.

Lascia un Commento