NAPOLI – Scontro politico sulla metropolitana salernitana

E’ scontro politico sulla Metro a Salerno. I consiglieri regionali salernitani Baldi, Longo, Paolino e Fortunato, del Pdl, accusano di falsità il sindaco De Luca in relazione ad alcune sue dichiarazioni circa il voto contrario su un emendamento presentato dal Pd in Consiglio regionale per inserire la metropolitana nel sistema ferroviario regionale. I consiglieri di maggioranza definiscono strumentali le dichiarazioni del sindaco perché nasconderebbero le vere responsabilità di questa vicenda. Baldi, Longo, Paolino e Fortunato sostengono che l’emendamento, fra l’altro tecnicamente inammissibile, voleva provare a coprire un disastro lungo venti anni. “Il problema – scrivono i quattro consiglieri – riguarda la natura dell’opera, che tuttora non è stata ancora chiarita dal Ministero dei Trasporti”. La Regione, sostengono i consiglieri Pdl, non ha assolutamente alcuna responsabilità in questa situazione che a loro giudizio è stata gestita male dal Comune, unica stazione appaltante, che in 12 anni ha costruito meno di otto km di linea, ha dovuto chiedere altri fondi proprio alla Regione rispetto al progetto originario, e non è riuscita ancora a chiarire con il Ministero se si tratti di una metropolitana urbana o di una ferrovia.

Lascia un Commento