Napoli, riattaccate le mani all’operaio rimasto ferito a Scafati

C’è voluto un intervento delicatissimo di oltre 10 ore al Nuovo Pellegrini di Napoli per riattaccare le mani allo sfortunato operaio di Torre Annunziata che, a inizio settimana, era rimasto coinvolto in un terribile incidente sul lavoro a Scafati.

Il 38enne stava lavorando in una carpenteria metallica quando era rimasto incastrato con un arto in un macchinario inceppato. Per tentare di salvarsi aveva infilato anche l’altra mano subendo il taglio netto degli arti superiori. 

Il giovane, sempre cosciente, era stato portato prima all’Umberto I di Nocera Inferiore e poi, in eliambulanza, a Napoli dov’è stato sottoposto a uno straordinario intervento grazie a due equipe del centro di chirurgia della mano. Si tratta del primo caso di intervento contemporaneo su entrambe le mani. Ora bisognerà attende la completa vascolarizzazione degli arti per capire se l’operazione è riuscita perfettamente.

Lascia un Commento