NAPOLI – Protesta dei dipendenti delle comunità montane del Cilento

Rischiano di perdere il posto di lavoro a causa dei tagli ai trasferimenti agli enti montani, i 622 lavoratori addetti alla forestazione delle Comunità montane Gelbison-Cervati, Alento-Montestella e Lambro-Mingardo, che questa mattina hanno protestato per il secondo giorno giorno consecutivo davanti alla sede della Regione Campania, chiedendo inutilmente di essere ricevuti. Il presidente di Alento-Montestella, Emanuele Malatesta, spiega che rispetto allo scorso anno ci sono stati tagli del 20%, e quindi i trasferimenti sono insufficienti per pagare i lavoratori, assunti a tempo indeterminato. Il rischio, spiega il presidente, è di non avere operai, il prossimo inverno, che si occupino del territorio.

Lascia un Commento