NAPOLI – Parte il termovalizzatore di Acerra, dubbi per Salerno

E’ arrivato, finalmente, il grande giorno. Oggi il Presidente del Consiglio dei Ministri SILVIO BERLUSCONI, in compagnia dei vertici della Regione Campania, metterà in funzione l’impianto di Termovalorizzazione di Acerra, la prima struttura in Campania che completa il ciclo integrato dei rifiuti. Dopo aver affrontato a muso duro l’emergenza dello scorso anno ed aver annunciato l’entrata in funzione del mega bruciatore di Acerra, il Governo sembra aver vinto la scommessa per mettere la parola fine al problema dei rifiuti.
Non c’è nulla di ufficiale ma, negli ultimi giorni, a Palazzo di Città, a Salerno, circolava con insistenza la voce di un nuovo ostacolo legato alla concessione del famoso CIP 6. E, questa volta, il provvedimento non riguarderebbe solo il Termovalorizzatore di Salerno ma anche quello di Napoli. L’impressione è che il Governo ed anche il Commissario Bertolaso vogliano verificare prima la capacità del funzionamento dell’impianto di Acerra e solo dopo dare il via libera alla costruzione degli altri due termovalorizzatori della Campania. A pensare male si fa peccato, però il balletto che le parti in causa stanno interpretando intorno al CIP 6 assume anche un sapore di battaglia politica: perché, in questo momento, penseranno a Roma, concedere a due amministrazioni (i comuni di Napoli e di Salerno) la possibilità di fare del termovalorizzatore anche uno strumento di propaganda politica ed elettorale? Sta di fatto che a Salerno la procedura per l’affidamento della costruzione e della gestione dell’impianto di Cupa Siglia, dopo diversi annunci e proclami, pare almeno per il momento totalmente ferma.
Per una questione di eleganza istituzionale, per la cerimonia di oggi ad Acerra, hanno ricevuto un regolare invito anche i sindaci dei comuni della provincia di Salerno che, negli anni scorsi, hanno ospitato le discariche anticrisi. Sarà, sicuramente, presente Palmiro Cornetta, il focoso sindaco del comune di Serre, che vuole approfittare dell’evento anche per ricordare a BERTOLASO ed al suo staff, il credito, ammontante a diversi milioni di euro, che il centro della provincia di Salerno vanta nei confronti del Commissariato per l’Emergenza Rifiuti.

tratto da www.agendapolitica.it

Lascia un Commento