NAPOLI – Inchiesta Udeur, Lonardo a giudizio il prossimo febbraio

Una presunta concussione ai danni del direttore di una Azienda ospedaliera di Caserta per indurlo ad eseguire nomine di persone vicine o indicate dall’Udeur. Con questa accusa il presidente del consiglio regionale della Campania Sandra Lonardo sarà processata dal Tribunale di Napoli a partire dal 15 febbraio prossimo. Lo ha deciso ieri, al termine dell’udienza preliminare, il gup Sergio Marotta che ha rinviato a giudizio Lonardo e altri nove imputati. Tra i rinviati a giudizio anche gli ex assessori Andrea Abbamonte e Luigi Nocera, Ferdinando Errico e Nicola Ferraro, nonché Carlo Camilleri, consuocero di Clemente Mastella e l’ex segretario del Tar della Campania, Vincenzo Lucariello. Il processo scaturisce dalla vicenda giudiziaria, avviata dalla procura di Santa Maria Capua Vetere, che nel gennaio dello scorso anno portò al coinvolgimento dell’allora ministro della Giustizia Clemente Mastella provocando la repentina caduta del governo Prodi. Una indagine in cui veniva designato un quadro di condizionamenti per incarichi e appalti che vedeva protagonisti esponenti di primo piano e amministratori locali dell’Udeur.

Lascia un Commento