Napoli: Filtrona, Botte, soddisfazione per esito dell’incontro

C'è soddisfazione ma l'attenzione rimane alta sulla situazione dei lavoratori dell'Essentra (ex Filtrona) di Salerno dopo l'incontro di oggi a Napoli. Ancora una volta si è registrata l'assenza dei vertici dell'azienda, che non si sono presentati nonostante l'invito della  regione, e che quindi continuano a negarsi al dialogo per trovare una situazione condivisa e quantomeno spiegare le ragioni per le quali l'azienda ha deciso di chiudere. La regione si è impegnata ad aprire un tavolo istituzionale che coinvolga il Ministero. Anselmo Botte, segretario della Cgil di Salerno si dice soddisfatto dell'incontro, ma invita a fare presto perché le procedure di licenziamento in blocco sono scattate il 31 gennaio ed ora c'è tempo solo entro 45 giorni dalla data di avvio per trovare un accordo.
"La regione ha fatto capire che ci sono dei progetti di collocazione per le aziende in crisi – ha detto Botte  ai microfoni di Radio Alfa – Potrebbe essere una soluzione, accompagnata da ammortizzatori sociali, ma a condizione che si salvaguardino i posti di lavoro. L'aspetto negativo è il rifiuto dell'azienda a confrontarsi e a dire perché vuole chiudere, visto che anche la regione ha dato disponibilità ad agevolazioni fiscali, se ce ne fosse biosgno".

Lascia un Commento