Muore per infarto ad Agropoli, sotto accusa il mancato inserimento dell’ospedale nella rete emergenza

C’è una sola ambulanza rianimativa a disposizione ma è già impegnata per soccorrere i feriti in un incidente e una donna di Agropoli di 66 anni, colpita da infarto, muore in ospedale dopo essere stata soccorsa da un’ambulanza medicalizzata proveniente da Vallo della Lucania. E’ accaduto martedì scorso.

L’ambulanza rianimativa era appunto già impegnata sulla strada Cilentana per soccorrere 4 persone rimaste coinvolte in un grave incidente stradale. Nessuna sosta è  stata possibile per la donna all’ospedale di Agropoli poiché  non rientrante nella rete delle emergenze. Solo dopo l’arrivo al “San Luca” di Vallo, è stato possibile effettuare manovre con l’aiuto del rianimatore e del cardiologo ma era già troppo tardi e la donna non ce l’ha fatta.

Oggi la denuncia anche del Questore della Camera dei Deputati Edmondo Cirielli secondo cui, se l’ospedale di Agropoli fosse rientrato nella rete dell’emergenza, la donna si sarebbe potuta salvare.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento