Muore 44enne travolto domenica da un’auto pirata. La famiglia ‘vogliamo la verità‘

“Chi ha visto qualcosa si faccia avanti, vogliamo la verità sulla morte di Alfredo”.

E’ l’appello lanciato dalla famiglia di Alfredo Polverino, l’uomo di 44 anni travolto domenica da un’auto pirata mentre era in moto in litoranea e morto ieri.

L’uomo cadendo dal motorino aveva rimediato la frattura di sette costole e della scapola destra oltre alla perforazione di un polmone.

Eppure era arrivato in ospedale con le sue gambe, raccontando ai soccorritori di essere stato investito da un’auto pirata. Il 44enne stava viaggiando in sella al suo scooter quando è stato travolto da un veicolo che, mentre procedeva nella corsia opposta, ha improvvisamente effettuato un’inversione di marcia, travolgendo la moto su cui viaggiava il 44enne. Ora è caccia al pirata che ha provocato l’incidente.

Lascia un Commento