Morto dopo essere caduto da un capannone a Nocera Inferiore, indagato il titolare

La Procura di Nocera Inferiore ha iscritto una persona nel registro degli indagati per la morte di Antonio Cerrato, di 64 anni, dipendente della Nocera Multiservizi, avvenuta la scorsa settimana a seguito di una caduta da un capannone di via Prisco Palumbo.

E’ indagato con l’accusa di omicidio colposo il titolare 58enne del capannone dove Cerrato stava svolgendo dei lavori.

Un atto dovuto, quello del sostituto procuratore Roberto Lenza, per permettere ricostruire la dinamica della morte del 64enne. La vittima e l’indagato erano amici e colleghi ed aveva chiesto l’aiuto di Cerrato per effettuare dei lavori alla copertura del capannone. Dovevano sostituire delle lamiere a causa di infiltrazioni d’acqua dalla copertura. Cerrato è precipitato da un’altezza di circa sei metri dopo aver poggiato i piedi su una lastra in plexiglass, ceduta sotto il suo peso.  

Lascia un Commento