Morti bianche, le preoccupazioni della Cisl

 

“La morte del  giovane operaio ventenne Fabiano Mazzetti di Pompei deceduto ieri all’Ospedale di Mercato San Severino in seguito alle ferite riportate in una azienda conserviera a Fisciano, richiama tutti ad forte senso di responsabilità e soprattutto ad essere consequenziali affinché si individuino strumenti di effettiva tutela sulla sicurezza sui posti di lavoro”.
Lo dice Matteo Buono, segretario della Cisl di Salerno in riferimento all’ennesimo morte bianca. Il sindacato torna a sottolineare la drammaticità delle morti sul lavoro. Un fenomeno che si sta ripetendo sempre più spesso, al quale bisogna far fronte inasprendo i controlli che, al di là della inevitabile fatalità, possano dare maggiori sicurezze a tutti i lavoratori. Secondo Matteo Buono, ciò che è accaduto è allarmante viste le nuove metodologie e gli strumenti in grado di mettere in sicurezza chi utilizza macchine di tal genere.
“Non c’è ancora una piena consapevolezza del valore della sicurezza, sostiene il sindacato, soprattutto in questi anni di crisi industriale che molto spesso fanno allentare l’attenzione su questi temi, considerati a torto un costo”.

Lascia un Commento