Morte Tafuri al porto commerciale di Salerno, due indagati

 

Sono due gli indagati per la morte di Beniamino Tafuri, l’operaio di 40 anni travolto martedì scorso, al Porto di Salerno, da un carrello a forchetta.  

Gli agenti della polizia di frontiera hanno notificato gli avvisi di garanzia ad un altro addetto dello scalo commerciale e al titolare dell’impresa per cui la vittima lavorava.

Dall’autopsia effettuata ieri è emerso che l’operaio è deceduto per lo schiacciamento del fegato.

Intanto, in segno di vicinanza, anche i lavoratori portuali di Genova incroceranno le braccia per un’ora.

“Si è consumata un’ennesima tragedia che rimette al centro dell’attenzione i temi della sicurezza sul lavoro nei porti italiani” così scrivono in una nota le organizzazioni sindacali. “E’ evidente che gli sforzi prodotti fino ad oggi per la sicurezza sul lavoro nei porti non sono sufficienti. Invitiamo pertanto tutti i porti italiani a indire almeno un’ora di sciopero di solidarietà con i lavoratori di Salerno” così fanno sapere i sindacati dei lavoratori portuali di Genova.

Lascia un Commento