Morte Rosaria Lobascio dopo intervento di riduzione dello stomaco. 11 medici indagati

11 medici sono stati iscritti nel registro degli indagati dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore per la morte di Rosaria Lobascio, la ragazza di 22 anni, originaria di Sala Consilina, morta venerdì scorso all’ospedale Fucito di Mercato San Severino dove era arrivata per delle complicazioni dopo l’intervento di riduzione dello stomaco effettuato il 30 maggio sempre all’ospedale di Mercato San Severino.

L’ipotesi di reato per gli indagati è quella di omicidio colposo.

Degli 11 medici, 9 prestano servizio al Fucito mentre altri 2 erano invece in servizio al pronto soccorso dell’ospedale Curto di Polla mercoledì sera scorso dove la giovane si era recata dopo essersi sentita male mentre era a casa. I familiari hanno raccontato che al Pronto Soccorso le era stata fatta una flebo e una ecografia per poi essere dimessa. Giovedì mattina la ragazza fu portata all’ospedale di Mercato San Severino dovenella notte venne operata d’urgenza. Dopo qualche ora la morte.

“Nonostante avesse problemi e dolori – fa sapere ancora l’avvocato Angelo Paladino – Rosaria vomitava e non stava bene. I familiari vogliono capire perché è stata dimessa lo stesso”.

Questa mattina verrà conferito l’incarico al medico legale che dovrà effettuare l’autopsia sul corpo della ragazza poi la salma sarà restituita alla famiglia per i funerali.

Lascia un Commento