Morte piccola Jolanda a Sant’Egidio del Monte Albino, soffocata con un cuscino perché piangeva

Il Tribunale del Riesame di Salerno che ha respinto la richiesta di scarcerazione del 37enne Giuseppe Passariello, padre della piccola Jolanda, ritiene che l’uomo sia l’autore dell’omicidio della bambina di appena 8 mesi.

L’avrebbe soffocata con un cuscino perché piangeva. E’ in carcere con le accuse di maltrattamenti e omicidio aggravato in concorso, insieme alla moglie Immacolata Monti. 

“Giuseppe Passariello mente e mente spudoratamente. La prova inconfutabile – scrivono i giudici del Riesame – la si ottiene osservando il corpo martoriato della piccola Jolanda, che ha subito lesioni e sevizie inaudite per diversi giorni. E con la tacita connivenza della madre, che non si è mai preoccupata di chiamare aiuto, di chiedere l’intervento di familiari per porre fine a tali angherie”. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento