Morte neonata a Roccapiemonte, il padre lascia il carcere. Le novità dall’interrogatorio

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

Lascia il carcere il padre della neonata trovata senza vita a Roccapiemonte in una siepe del complesso residenziale di via Roma dopo essere stata lanciata, mercoledì sera, dal secondo piano di una palazzina morendo a seguito dell’impatto al suolo.

La svolta nell’inchiesta condotta dalla Procura di Nocera Inferiore arriva poiché sarebbe stata soltanto la madre ad ucciderla. Per lei quindi è stato confermato il carcere. Ieri, nell’interrogatorio, la donna si è avvalsa della facoltà di non rispondere mentre il marito ha respinto ogni accusa.

Si fa sempre più strada l’ipotesi che l’uomo non sapesse nulla della gravidanza della moglie che soffre di problemi psichiatrici. L’uomo ha affermato anche di non essere il padre biologico della piccola e di non essersi accorto della gravidanza della moglie. L’uomo ha spiegato di aver aiutato la moglie in bagno che perdeva sangue e di aver poi ripulito tutto senza essersi mai accorto del parto, non il 2 settembre bensì il 31 agosto.
Proseguono le indagini.

 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Una risposta

  1. Maria De Prisco 07/09/2020

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp