Morte Gautier, i dettagli sulla macchina dei soccorsi e sulla telefonata di aiuto

Emergono dettagli sulla telefonata di aiuto di Simon Gautier, l’escursionista francese trovato senza vita ieri a San Giovanni a Piro

A dare l’allarme era stato proprio l’escursionista francese con una telefonata al 112, venerdì 9 agosto. Alla telefonata ha risposto la centrale della Basilicata che poi ha dovuto smistare la richiesta al 118. L’ambulanza del 118 Basilicata è partita da Lagonegro verso la costa Tirrenica, un’ora e quaranta minuti dopo il primo contatto con Simon. Lo ha spiegato il direttore delle postazioni del 118 Basilicata, Serafino Rizzo che ha precisato che sono stati i Carabinieri di Lagonegro a ricevere – alle ore 9 circa – la prima telefonata del giovane escursionista, trasferendola poi al 118 lucano, che non dispone di un servizio di geolocalizzazione.

Dopo una breve interlocuzione, il 118 lucano ha contattato i colleghi di Vallo della Lucania per avviare i soccorsi con i Vigili del Fuoco e con il Soccorso Alpino. Nel frattempo il cellulare di Gautier è stato fatto ripetutamente squillare, senza alcun esito. Si è deciso quindi di inviare anche un sms su quel cellulare: se fosse stato acceso, i soccorritori avrebbero ottenuto una posizione più precisa.

Il 118 della Basilicata ha ricevuto la geolocalizzazione della prima telefonata di Gautier dal Soccorso Alpino alle ore 10.30 circa: si trattava di un’ampia area nella zona di Maratea dove erano state inviate alle ore 10.43 una prima ambulanza e un’auto dei carabinieri, senza però trovare alcuna traccia dell’escursionista. Da questo momento in poi le ricerche sono state estese verso nord, nel golfo di Policastro.

Il Comandante dei Carabinieri di Sapri Matteo Calcagnile ha chiarito che il telefono di Simon Gautier è rimasto acceso fino alle 18 ma non è stato possibile localizzarlo perché era in un’area non coperta da internet. Anche gli operatori di Vodafone non sono riusciti ad individuare la posizione esatta in cui si trovava il cellulare del 27 enne francese.

Simon Gautier viveva a Roma e frequentava un dottorato in Storia dell’arte, dopo essersi laureato alla Sorbona. Era un appassionato di escursionismo e non era la prima volta che si cimentava in imprese del genere.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento