Morte Gautier, eseguito esame autoptico. Ascolta i primi dettagli

L’escursionista francese Simon Gautier sarebbe morto a seguito di uno choc emorragico dovuto alla rottura dell’arteria femorale. E’ quanto emerso nel corso dell’esame autoptico sul corpo del giovane trovato domenica scorsa nel pianoro di Ciolandrea a San Giovanni a Piro, a 9 giorni dalla scomparsa, eseguito nel primo pomeriggio di oggi presso l’obitorio dell’ospedale di Sapri. 

Nel corso dell’autopsia, effettuata dal medico legale Adamo Maiese dell’ASL Salerno, sono state riscontrate anche fratture esposte e composte ad entrambi gli arti inferiori ed il laceramento di tessuti. Danni e traumi importanti sono risultati pure alle vertebre. L’emorragia avrebbe avuto origine dalla gamba sinistra che presentava evidenti rotture dei principali vasi sanguigni. Il turista francese, dal momento della caduta, sarebbe rimasto in vita al massimo per 45 minuti prima di morire per dissanguamento. La salma di Simon Gautier, non appena sarà liberata dall’autorità giudiziaria, sarà trasferita in Francia.

Sull’esito dell’esame autoptico ascoltiamo il procuratore capo della Procura della repubblica di Vallo della Lucania, Antonio Ricci

Procuratore Ricci

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento