Morte Gabriele Orlando a Buonabitacolo, due iscritti nel registro degli indagati

Sono due le persone iscritte nel registro degli indagati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lagonegro, un medico e un’infermiera del SAUT di Padula, per la morte di Gabriele Orlando, il cuoco 63enne di Buonabitacolo morto sabato mattina dopo essere stato visitato nel Saut di Padula in seguito ad un malore ed essere rimandato a casa.

L’ipotesi di reato è di omicidio colposo in concorso. Tutto dovrà essere approfondito in sede di indagine (sia la chiamata, sia le modalità di dimissioni del paziente). Per medico e infermiera al lavoro nel Saut essere iscritti sul registro degli indagati è anche un atto di tutela in considerazione dell’autopsia che è stata eseguita ieri. Solo così hanno potuto nominare periti di parte per assistere agli esami irripetibili disposti dalla Procura.

L’indagine è partita dopo la denuncia presentata dai familiari.

Intanto oggi la salma potrebbe essere restituita ai familiari per i funerali.

Lascia un Commento