Morte al Porto di Salerno, 5 indagati. I sindacati chiedono più controlli. Riascolta l’intervista

Ci sarebbero 5 indagati per l’incidente mortale al porto di Salerno di martedì sera in cui ha perso la vita l’operaio Lino Trezza, di 34 anni, schiacciato da un container mentre era impegnato in operazioni di carico e scarico.

Secondo i primi accertamenti, Lino è morto in pochi minuti a seguito di una profonda ferita all’arteria femorale sinistra. L’operaio guidava un carrello trasportatore con cui scaricava la stiva di una nave carica di container carichi di marmi. All’improvviso, mentre il mezzo scendeva dalla stiva la rampa avrebbe ceduto, il carrello così avrebbe preso velocità schiantandosi contro gli altri container. Inutili i soccorsi, Lino sarebbe morto in pochissimi minuti. 

La tragedia riporta l’attenzione sul tema della sicurezza al Porto su cui da almeno tre anni i portuali chiedono interventi.

Lo ha ricordato il segretario dei portuali della Cgil, Francesco Ceschini, affermando che ogni giorno c’è una mancata tragedia. Più controlli e attenzione le richieste che arrivano anche dal segretario provinciale della Filt-Cgil, Amedo D’Alessio che questa mattina è stato nostro ospite a Radio Alfa.

Riascolta l'intervista QUI

Amedeo D'Alessio su tragedia al Porto di Salerno

Lascia un Commento