Morì per un’infezione all’ospedale di Nocera Inferiore, chiesti due rinvii a giudizio

La Procura di Nocera Inferiore ha chiesto il rinvio a giudizio per un medico di guardia di Pagani e uno specialista in servizio al pronto soccorso dell’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, accusati di omicidio colposo per la morte di un 33enne di Pagani, Carmine Russo.

L’uomo morì il 2 maggio 2017 per una infezione. Secondo le indagini, i due avrebbero sottovalutato lo stato influenzale del paziente. Il 33enne chiamò la guardia medica lamentando uno stato influenzale e dolori muscolari.

Nei giorni precedenti si era ferito sul lavoro, ma non aveva dato peso all’incidente. La prescrizione fatta al telefono, una terapia a base di tachipirina, non ottenne alcun risultato, tanto che l’uomo si aggravò subito e già in serata andò al pronto soccorso dell’ospedale Umberto I di Nocera. Lì dovette aspettare su una barella dall’una circa di notte fino alle 4 del mattino fino a quando venne ricoverato nel reparto di malattie infettive.

Morì in rianimazione per una grave sepsi.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento