Montesano s. M. (SA) – La stazione Terna al centro di un incontro con Romano

La vicenda legata alla costruzione di una Centrale elettrica della Terna a Montesano sulla Marcellana, in provincia di Salerno, oggi pomeriggio è stata affrontata nel corso di un’audizione alla Commissione Ambiente del Consiglio Regionale, presieduta da Luca Colasanto. All’audizione era presente l’assessore all’Ambiente Romano e i consiglieri regionali Gianfranco Valiante, Donato Pica e Giovanni Baldi. Nel corso dell’incontro, l’assessore Romano ha detto che nonostante Terna dica che è tutto in regola, in realtà non è così. “Il progetto autorizzato dal Settore Regolazione mercati dell’Area generale di Coordinamento 12, che fa capo all’Assessorato alle Attività produttive, è diverso da quello che, invece, è stato sottoposto a Valutazione di Impatto Ambientale da parte dell’apposita Commissione dell’Assessorato Ambiente”. Che la stazione fosse stata autorizzata come opera connessa all’impianto Essebiesse è dato pacifico, il problema è che il progetto realizzato da Essebiesse è diverso da quello sottoposto a Valutazione di impatto ambientale. “Dall’esame della documentazione è stato rilevato che la Stazione non risulta affatto inclusa nel progetto Essebiesse Power da 40 MW oggetto del decreto di Valutazione di impatto Ambientale del 2010, il quale prevedeva, invece, una stazione di tipologia diversa da quella in corso di realizzazione, nel comune di Casalbuono”. E’ stato rilevato inoltre che la Stazione di Terna non è inclusa neppure nelle opere facenti parte del progetto della Ravano Greenpower sottoposto a Via. L’assessore Romano ha affermato che “dal confronto tra l’impianto autorizzato dal Settore Regolazione Mercati e quello oggetto dell’istruttoria si evidenziano evidenti e sostanziali differenze: un diverso tracciato delle linee elettriche di collegamento, la localizzazione della Stazione Essebiesse nel Comune di Montesano sulla Marcellana invece che nel comune di Casalbuono e la presenza della Stazione Terna da realizzarsi nel comune di Montesano”. Occorrerà ora verificare – ha aggiunto Giovanni Romano – se le modifiche progettuali rilevate per il progetto Essebiesse incidano sugli esiti della VIA già esperita. Gli uffici amministrativi procederanno a mettere in atto, in ottemperanza della normativa vigente, ogni azione necessaria alla tutela dell’ambiente valutando anche una sospensione cautelare delle attività al fine di consentire ulteriori accertamenti finalizzati a verificare se i lavori possano proseguire o meno.

Lascia un Commento