Montecorvino Rovella, riaperto il conservatorio di Santa Sofia. Sarà un polo culturale

E’ stato ufficialmente riaperto al pubblico dopo quarant’anni, ieri pomeriggio il conservatorio di Santa Sofia a Montecorvino Rovella.

La struttura situata in via Roma, risalente al XVI secolo, sarà un polo culturale aperto alle associazioni, ai giovani e alle realtà del territorio che si occupano di innovazione e formazione. La prima attività prevista al suo interno sarà il laboratorio aperto a 40 giovani di Montecorvino Rovella dedicato all’autoimprenditorialità, condotto da Giffoni Experience ed inserito nel progetto Open S.PA.C.E, finanziato dalla Regione Campania nell’ambito di Benessere Giovani.

Entusiasta il sindaco, Martino D’Onofrio: «Una pagina bianca che tutta Montecorvino Rovella deve scrivere. Il Conservatorio di Santa Sofia profuma di storia, cultura e tradizione. Nel solco del suo glorioso passato, tutti insieme, dobbiamo lavorare per farlo diventare un polo culturale di riferimento per l’area dei Picentini».


Lascia un Commento