Montecorvino R: 8 indagati. Riesumavano i defunti per vendere le tombe

8 persone sono state indagate dalla procura di Salerno con l'accusa di associazione a delinquere, violazione di sepolcro e vilipendio di cadavere. Secondo l'accusa, il gruppo riesumava i corpi di persone morte anche da pochi anni, eliminando tombe perchè bisognava costruire un nuovo cimitero e incassare i soldi dalla vendita di nuovi spazi. Il progetto criminoso sarebbe stato attuato a Montecorvino Rovella. Nei guai sono finiti alcuni dirigenti comunali, titolari di agenzie funebri e membri di congreghe religiose.
I componenti delle congreghe, due a Salerno e due a Montecorvino, avrebbero dovuto vendere le nuove tombe in fase di realizzazione. Le esumazioni, secondo gli investigatori, venivano effettuate anche in maniera scientifica. Si cominciava dalle tombe che meno venivano curate dai familiari.

Lascia un Commento