Montecorvino Pugliano: Rapinatori del Compro Oro traditi da un giubotto, arrestati

Hanno commesso un errore banale che li ha condannati. La coppia che il 28 dicembre del 2012 ha compiuto una violenta rapina ai danni di un negozio di “comproro” di Montecorvino Pugliano è stata smascherata a causa di un giubbino rosso, vistoso e con delle scritte inconfondibili indossato nel corso del “sopralluogo preparatorio al colpo”. I carabinieri del Nucleo Operativo di Battipaglia, hanno visionato centinaia di filmati di rapine commesse in tutte le regioni del sud Italia in cui era stata riscontrata la partecipazione di una donna e alla fine è saltato fuori l’elemento in comune: il giubbotto rosso. Da qui i carabinieri sono arrivati a Rosaria Otranto pluripregiudicata 41enne di Secondigliano e poi al suo complice, Lorenzo Cirdo 43enne ebolitano, ritenuto vicino al clan Maiale. Ai due, questa mattina, i Carabinieri hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Nel corso della rapina, i due minacciarono con una pistola la commessa e poi, dopo aver arraffato circa cento grammi di oro, la tennero in ostaggio l’unica impiegata, aspettando che si aprisse la cassaforte per rubare 8.000 euro in contante.

Lascia un Commento