Montecorvino Pugliano, impianto di cremazione. Il Tar dà ragione al comune

Sessanta euro per eseguire le cremazioni: il tribunale amministrativo della Campania boccia il ricorso dell’azienda Percorso terreno e dà quindi ragione al comune di Montecorvino Pugliano. Come riferito dall’ente in una nota il Tar ha bocciato il ricorso dell’azienda contro la delibera del consiglio comunale con la quale il comune obbligava i concessionari del crematorio che si trova sul territorio di Montecorvino Pugliano a effettuare le cremazioni solo a seguito di preventiva vidimazione e pagamento dello speciale diritto fisso d’ingresso ammontante appunto a 60 euro. 

Secondo la sentenza dei giudici amministrativi “il diritto fisso è stato legittimamente imposto dal Comune nell’ambito della sua discrezionalità amministrativa”. Grande soddisfazione è stata espressa dal sindaco Gianfranco Lamberti e dai legali Antonio Brancaccio e Tino Iannuzzi.

Lascia un Commento