Montecorvino P. (SA) – Sorpresi operai a lavorare in una cava sottoposta a sequestro

Due operai, a bordo di altrettanti escavatori, sono stati sorpresi dai carabinieri, in un cava in località Parapoti a Montecorvino Pugliano, intenti ad estrarre materiale inerte, nonostante la cava fosse stata già sottoposta a sequestro nel 2008. L’intera area, estesa circa 12.000 mq, ed i due escavatori, per un valore complessivo di 750mila euro, sono stati sottoposti a sequestro, mentre quattro persone sono state deferite in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Salerno per violazione di sigilli ed esecuzione di opere edilizie in assenza della prescritta autorizzazione. Si tratta del legale rappresentante della società proprietaria dell’area di cava, del custode dell’area sottoposta a sequestro, e degli autisti dei due mezzi meccanici

Lascia un Commento