Montano Antilia, 7 giorni per un progetto internazionale sull’educazione ai diritti umani

Per sette giorni, a partire da dopodomani domenica 29 aprile, il Museo del Gioco e Giocattolo Povero di Tradizione della frazione Massicelle, nel comune di Montano Antilia, ospiterà 24 operatori giovanili provenienti non solo dal resto d’Italia ma anche da Bulgaria, Germania, Grecia, Macedonia, Spagna e Turchia.

L’associazione Cilento Youth Union, nell’ambito del Programma comunitario Erasmus Plus, ha promosso  il corso di formazione Internazionale denominato “Everybody in the place”.

Nel corso del momento formativo i giovani partecipanti rifletteranno sul fenomeno dell’immigrazione, studeranno e analizzeranno i modelli di integrazione fondati sull’educazione ai Diritti Umani e sul Dialogo interculturale.

In questo senso, sarà attivato un processo di Public Art volto per coniugare creatività ed inclusione rappresentando anche con l’arte i temi di discussione. Sarà allestito anche un percorso espositivo con gli oggetti della tradizione ludica cilentana, arricchito dalle opere e dalle performances di artisti e di artigiani locali.

Lascia un Commento