Molestava donne su Facebook inviando immagini pornografiche, nei guai 40enne di Capaccio Paestum

Ha molestato, per circa due anni, decine di donne residenti a Capaccio Paestum usando un profilo social falso, con il nome Luca Rossi, per inviare immagini, messaggi e testi dal contenuto sessualmente esplicito, in particolare foto che ritraevano i suoi genitali.

A finire nei guai è stato un 40enne di Capaccio Paestum, sposato e senza figli, identificato dai carabinieri di Capaccio Scalo, dopo le denunce contro ignoti di tre donne del posto, due maggiorenni ed una minorenne, che hanno segnalato ai carabinieri di essere state vittime di molestie sessuali, attraverso il sexting, da parte dello stesso profilo fake su Facebook, dietro il quale il 40enne si nascondeva.

Gli inquirenti non escludono che siano state molte altre le donne molestate dal 40enne che tra le sue amicizie ne annoverava molte di genere femminile.

Lascia un Commento