“Mirabiliae” a Montesano sulla Marcellana fino a domenica 30 giugno. I dettagli

Appuntamento oggi 26 giugno, domani 27 giugno e domenica 30 giugno, a Montesano sulla Marcellana, con il progetto turistico Mirabiliae voluto e ideato dall’amministrazione comunale. In programma passeggiate tra arte storia e cultura e il cibo. Al centro di tutto il ricordo del benefattore Filippo Gagliardi che tanto ha dato a Montesano.

Ospite a Radio Alfa il sindaco Giuseppe Rinaldi
Rinaldi

 

IL PROGRAMMA COMPLETO

26 GIUGNO – VISIT MONTESANO

Si parte il 26 Giugno con VISIT MONTESANO, una giornata dedicata alle emergenze culturali, storiche e naturalistiche di Montesano. Alle 10.30 a Palazzo Gerbasio si terrà una breve presentazione del progetto, puntando l’accento sulle attività turistiche che il Comune sta mettendo in piedi e su quello che il concetto VISIT MONTESANO potrà rappresentare per operatori turistici, aziende agricole e ristoratori residenti. Quindi il 26 Giugno la cittadina aprirà le sue porte ai visitatori, ai propri residenti e a quelli dei comuni del Vallo di Diano e del Cilento, mostrando palazzi, chiese, percorsi naturalistici in due itinerari con visite guidate, disponibili sul sito www.visitmontesano.it

27 GIUGNO – MEMORIAL GAGLIARDI – II EDIZIONE

La grotta dell’Angelo – Ore 10.30 – Mirabiliae è anche recupero di siti turistici e se lo scorso anno è stato in parte recuperato il Santuario di San Francesco ai Cappuccini, quest’anno il luogo da recuperare a fruizione turistica è la grotta di San Michele Arcangelo. Ecco perché nasce la giornata di studio sulla Grotta che prenderà inizio alle ore 10.30, proprio presso il Convento e vedrà tra i relatori Giuseppe Rinaldi, Sindaco di Montesano sulla Marcellano, Giovanni D’Andrea – Speleologo, Rosanna Alaggio – Docente di Storia Medioevale presso Università del Molise e Corrado Matera – Assessore al Turismo Regione Campania. Con la fruizione della grotta si attua per la prima volta il protocollo firmato con la Fondazione MIdA di Pertosa e Auletta che intende istituire gli itinerari del fenomeno del monachesimo italo-greco e delle comunità grecofone medievali nei territori delle Regioni Campania.

Memorial Gagliardi – Ore 18.00 – Come nella prima edizione, anche quest’anno il progetto Mirabiliae prevede tra gli eventi di rilievo il ricordo della figura di Filippo Gagliardi. Il Memorial Gagliardi torna anche nel 2019, alle 18.00 in Piazza Gagliardi, con l’intento di renderlo un evento annuale da riempire con nuovi e arricchenti contenuti che diano il giusto lustro al benefattore di Montesano sulla Marcellana. La seconda edizione sarà caratterizzata dalla consegna del Premio Gagliardi, che si ispira all’esperienza e alla vita di Don Filippo, un self made man, un benefattore, un cosmopolita ed emigrante che ha conosciuto le culture del mondo e che ha dato e donato tanto al sociale. Il Premio, quindi, si suddivide in diverse sezioni: quella Assoluta e poi quella Culturale, Imprenditoriale, Sociale, la sezione Emigrazione, la sezione Giovani e quella da dedicare agli Ambasciatori di Montesano nel mondo.

A cena con Don Felipe – Ore 20.30 – In occasione della II Edizione del Memorial e dopo il Premio, a partire dalle 20.30, il ritorno al paese natio e la tavolata con i compaesani di Don Felipe, saranno ricordati con una rievocazione storica a cura della compagnia teatrale “Alta Quota” di Montesano sulla Marcellana. Il corteo teatrale con macchine d’epoca prenderà il via alle ore 20.00 da Montesano Scalo. Una volta giunti in Piazza Gagliardi si proseguirà con la rievocazione della tavolata “A cena con Don Felipe”, che coinvolgerà i cittadini di Montesano e i visitatori presenti. La cena sarà intervallata da momenti attoriali e intervalli musicali a cura della Stilnovo Band e dalla Banda di Sassano.

30 GIUGNO – OFFICINALIA WALKING FOOD: dalla terra alla tavola

Escursione in montagna – ore 9.00 – L’Officinalia Walking food sarà una giornata dedicata alla raccolta e alla trasformazione in cucina delle erbe spontanee, dalla terra alla tavola. La natura rigogliosa delle aree più alte di Montesano, il recupero delle tradizioni e l’uso “contemporaneo” delle erbe in cucina saranno i motivi centrali che accompagneranno chi vorrà partecipare alla giornata. Si parte la mattina alle 9.00. Al centro del paese una navetta accompagnerà il visitatore nelle frazioni alte di Tardiano e Magorno. Qui sarà promossa una passeggiata, durante la quale un esperto di erbe spontanee indicherà, illustrerà e inviterà i visitatori a raccogliere quelle che crescono sul territorio di Montesano sulla Marcellana.

Show Cooking – ore 13.00 – Dopo l’escursione e la raccolta, il gruppo si sposterà a Palazzo Cestari. Qui, dalle 13.00, la chef della cultura mediterranea Carmela Baglivi terrà uno show cooking per la preparazione di due piatti a base di erbe spontanee e di altri prodotti del territorio, come l’olio extravergine, i grani antichi, lo zafferano. Nel frattempo sarà preparato un buffet con erbe spontanee da assaggiare, intervallato da altri interventi di persone che con le erbe spontanee hanno intrapreso nuove attività imprenditoriali.

Ecco invece l’elenco dei premiati con il PREMIO GAGLIARDI resi noti oggi

Orazio Boccia. Nato a Salerno da una famiglia di origini modeste, orfano di padre a 11 anni, abituato a lottare quotidianamente per la sopravvivenza, rinchiuso in un orfanotrofio detto “il serraglio”, Boccia crea un piccolo impero nel mondo dell’industria grafica: la Arti Grafiche Boccia, che nel 2012 ha celebrato i suoi 50 anni. Suo figlio Vincenzo è Presidente di Confindustria. Sulla vita di Orazio è stato scritto un libro edito da Guida editori e curato dai giornalisti Bruno Bisogni e Roberto Race, “Storia di uno Scugnizzo”. Orazio Boccia ha 87 anni, una storia di impresa, sacrifici, sogni, passione

Alla famiglia di Angela Ferrara, poetessa e animatrice di eventi culturali dedicati ai bambini, uccisa nel settembre 2018 dal marito Guardia giurata, poi suicidatosi. Il femminicidio, seguito dal suicidio, sconvolse Cersosimo (Potenza), paese di 600 abitanti sul versante lucano del Pollino. Angela Ferrara scrisse un saggio/favola proprio su Filippo Gagliardi, che sarà pubblicato dall’Amministrazione comunale

Ad ASMEF (Associazione Mezzogiorno Futuro). L’associazione nasce nel novembre 2005 su iniziativa di un gruppo di amici, operanti tra Napoli, Roma, Salerno e Potenza nel campo delle attività editoriali, giornalistiche, politiche e sociali. Scopo sociale è “la valorizzazione delle identità territoriali del Sud, con particolare riferimento allo studio delle geografie e delle storie del Mezzogiorno d’ Italia”

A Carmine Pinto per il suo testo “La guerra per il Mezzogiorno. Italiani, borbonici e briganti 1860-1870 edito da Laterza”. Pinto è professore ordinario di Storia Contemporanea presso l’Università degli Studi di Salerno

A Gigi Di Fiore per il suo testo “L’ultimo re di Napoli. L’esilio di Francesco II di Borbone nell’Italia dei Savoia”. Di Fiore è un giornalista e saggista italiano, la cui attività è in prevalenza focalizzata sulla camorra, sulla storia del Mezzogiorno e sul revisionismo del Risorgimento

Tesera Manduca proprietaria dell’Hotel Venezuela di Montesano Sulla Marcellana

Vincenzo La Rocca imprenditore di Tardiano

Giuseppe Manilia, Maestro pasticciere

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento