Migranti sbarcati a Salerno, da oggi le autopsie sulle 26 donne morte

Iniziano oggi le autopsie sui corpi delle 26 giovani migranti sbarcati domenica al Porto di Salerno dalla nave spagnola Cantabria.

Ieri sera, il pool dei medici legali con a capo il professor Antonello Crisci si è recato in Procura per aggiornare i magistrati delle risultanze dei primi rilievi sulle salme.

Al momento, non sembra che sui corpi ci siano segni evidenti di violenze o ferite profonde dovute, ad esempio, all’elica dei motori. Ma per ora non vi sono notizie più dettagliate, in quanto è necessario attendere l’esito degli esami.

Probabile la morte per annegamento.

Sui corpi dovrebbero essere effettuati anche test specifici per appurare se le giovani abbiano subito violenze prima o durante la traversata in mare.

Lascia un Commento