Migranti a Salerno, per l’accoglienza temporanea Anselmo Botte propone le caserme dell’Esercito

Il porto di Salerno ha accolto la scorsa settimana il 18esimo sbarco di migranti e, con quest’ultimo viaggio, sono giunte circa mille persone. Altri sbarchi sono previsti nelle prossime settimane.

La macchina dell’accoglienza a Salerno seppur molto efficiente con l’ultimo arrivo di rifugiati ha subito degli intoppi dovuti ai tempi per l’identificazione e il successivo smistamento nei centri di accoglienza.

C’è stata anche una protesta nel Cilento contro l’accoglienza temporanea di circa 300 migranti in un ex stabilmento di Cicerale. Proprio per evitare simili problematiche Anselmo Botte, conoscitore delle problematiche dei migranti e componente della segreteria provinciale della Cgil-Salerno, propone di utilizzare le caserme dismesse dell’Esercito.

Riascolta l’intervista realizzata da Pino D’Elia
Anselmo Botte su migranti e utilizzo caserme

Lascia un Commento