‘Migranti 1950’, il 17 settembre a Roscigno l’anteprima del film di Enzo Acri girato negli Alburni

Appuntamento domani sera, 17 settembre, alle 20.00, a Roscigno Vecchia, per l’anteprima nazionale di “Migranti 1950”, il nuovo lavoro cinematografico in cui il regista napoletano Enzo Acri racconta le emozioni e le paure dei migranti del Meridione d'Italia. Si tratta di un film in costume ambientato nei primi anni del Dopo Guerra. "L’obiettivo- ha affermato il regista Acri – è portare alla luce un pezzo di storia ed al tempo stesso valorizzare i paesaggi, i prodotti e le eccellenze campane in giro per il mondo”.

Le scene del film, che gode del patrocinio del comune di Roscigno, sono state girate negli Alburni

Alla proiezione, dedicata alla delegazione degli italoamericani arrivati per l’occasione a Roscigno, prenderanno parte anche esponenti delle istituzioni come il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri e Mara Carfagna che parteciperanno anche al dibattito moderato dal sindaco di Roscigno, Pino Palmieri, su come sia cambiato nel tempo il fenomeno migratorio.

Alla serata prenderanno parte inoltre il produttore Eduardo Angeloni nonché la protagonista  femminile Marianna Pepe scelta tra 400 candidate che si sono presentate al casting e il protagonista maschile Lorenzo Crea selezionato a sua volta per la sua immagine di ragazzo pulito. Con loro anche l’attore Enzo Lucarelli che interpreta il parroco don Nicola e i due piccoli i figli dei protagonisti, Pasquale e Felice Pica, fratelli anche nella realtà.

Enzo Acri farà un "tour" negli Alburni, poi successivamente sarà a Roma e a New York per la prima internazionale e a seguire in tutta America, Canada, Argentina, Venezuela, Brasile, Australia e Nuova Zelanda.

La pellicola è stata recitata infatti in italiano e doppiata in inglese, spagnolo e portoghese.

Lascia un Commento