Migliaia di euro di danni a Sanza nella notte di Capodanno a causa dei forti venti artici

Decine di case scoperchiate, pali della luce ed alberi divelti. Paura nella notte e danni incalcolabili per una tempesta di vento che hamesso in ginocchio Sanza. Linee della telefonia mobile isolate per tutta la mattinata del primo giorno del nuovo anno.

Una nottata vissuta nella paura per i circa 2800 abitanti dell'intero paese dove, per oltre otto ore, una tempesta di venti artici, con raffiche che hanno superato i 200 chilometri orari, ha provocato centinaia di migliaia di euro di danni.

Da questa mattina sul posto i Vigili del Fuoco del distaccamento di Sala Consilina unitamente ai Carabinieri della locale stazione per provare a mettere in sicurezza alcuni edifici gravemente danneggiati.

L’amministrazione comunale ha mobilitato il personale del settore manutenzione che insieme ad alcune imprese locali hanno provveduto da stamattina a ripulire strade, vicoli e piazze dalle centinaia di metri cubi di materiali che si sono abbattuti lungo le vie del paese.

Alberi sradicati nelle campagne e danni incalcolabili a depositi agricoli e capannoni artigianali distrutti dalla furia dei venti. Cartellonistica stradale distrutta e persino i lampioni della piazza Fontana sono stati strappati dalla forza delle raffiche. A memoria d'uomo nessuno ricorda un fatto simile. Fortunatamente nessun ferito.

Lascia un Commento