Metanizzazione nel Cilento, la Regione ha firmato i decreti

Metanizzazione nel Cilento. I comuni di Albanella, Agropoli, Capaccio Paestum, Castellabate, Cicerale, Giungano e Trentinara questa mattina hanno ricevuto i decreti di liquidazione per il completamento della rete e gli allacci delle utenze.

Presenti in regione tutti i sindaci interessati. La Regione Campania ha cofinanziato il progetto per 50 milioni di euro oltre ai fondi del Ministero per lo Svilpuppo Economico. Per il governatore De Luca l’altra grande priorità ora dovrà essere la banda larga.

“Per il Cilento – ha detto De Luca – abbiamo in campo una serie di iniziative: Alta velocità, Bandiera blu, mettiamo 400 milioni sulla viabilità, altri 150 sulla piccola portualità. Ieri in consiglio abbiamo approvato il rifinanziamento della legge 51 per 100 milioni: la regione pagherà gli interessi sui mutui che accendono i comuni per le piccole manutenzioni. Stiamo lavorando per il Psr, per fare arrivare soldi alle aziende agricole. Stiamo cercando di garantire al massimo i servizi sanitari e ospedalieri in zone in cui gli ospedali sono stati cancellati” così De Luca

Il progetto per la metanizzazione – ha spiegato Luca Cascone, consigliere regionale delegato alle Infrastrutture – coinvolge 70 comuni della Campania, di cui 64 del Cilento. I comuni sono divisi in 3 fasce: per 7 comuni è stato fatto il decreto di liquidazione e altri 15 l’avranno entro agosto. C’è chi ha avuto l’approvazione del Mise, altri attendono per modifiche progettuali.

Lascia un Commento