Messa in sicurezza dei Campus di Fisciano e Baronissi. Lavori per 2,2 milioni di euro

Il Consiglio di Amministrazione dell’Università degli Studi di Salerno ha approvato un progetto preliminare per il miglioramento della viabilità all’interno delle strutture e delle aree di parcheggio, compreso il terminal bus, allo scopo di migliorare la sicurezza di tutta l’utenza che ogni giorno frequenta le sedi universitarie di Fisciano e Baronissi.

Il progetto, secondo quanto riferisce la Cisl, ha tenuto conto delle decisioni assunte durante l’incontro del 19 febbraio scorso tra il rettore Aurelio Tommasetti, il prorettore Antonio Piccolo, il direttore generale Attilio Bianchi e i rappresentanti sindacali di categoria di Cgil, Cisl, Uil e Confsal.

I lavori interesseranno la sistemazione di piazza “De Rosa” e del sottostante parcheggio del rettorato, con la creazione di passaggi pedonali, la modifica della circolazione all’interno del Campus di Fisciano, al fine di garantire la libera circolazione dei mezzi di emergenza, attivando solo tre varchi di accesso con sbarre.

Inoltre, è prevista una modifica della circolazione all’interno del terminal bus e la creazione di un’area per la lunga sosta degli autobus a ridosso della Centrale Termica, evitando che tutti i passeggeri debbano attraversare l’area del terminal, salendo e scendendo sempre sul lato corretto.

Infine, il progetto, prevede l’eliminazione di un gran numero di sbarre che non risulteranno più necessarie in base alla nuova regolamentazione della circolazione.

Il costo complessivo del progetto approvato e di circa 2.200.000 euro, con l’intenzione di far partire i lavori già da quest’anno, tenuto conto, dell’importanza dell’opera da realizzare.

Lascia un Commento