Mercato s.s. (SA) – Arrestato lo spacciatore della dose fatale a un 18enne

E’ stato rintracciato e arrestato a Montoro Inferiore un giovane rumeno di 21 anni accusato di aver ceduto dello stupefacente risultato poi fatale per un ragazzo 18enne di Mercato San Severino, lo scorso 25 giugno. Si trattava di metadone che, assieme all’assunzione di hashish e alcool, ne causò il decesso. L’esame autoptico confermò che l’assunzione congiunta delle sostanze stupefacenti oltre la soglia di tolleranza, provocò un edema polmonare acuto e l’arresto cardiocircolatorio. Dalle indagini dei carabinieri di Mercato San Severino, è emerso che il 21enne rumeno era a conoscenza del fatto che il 18enne, un anno prima aveva avuto un’overdose con ricovero ospedaliero e che quindi non avrebbe dovuto assumere droghe. La situazione era nota a tutti i suoi amici che, dopo la morte del ragazzo, intimarono al pusher di non farsi più vedere a Mercato San Severino. Il giovane rumeno è stato sottoposto agli arresti domiciliari. L’arresto di oggi è un ulteriore sviluppo delle indagini relative all’operazione antidroga “BROWN KIDS”, che lo scorso 9 gennaio ha portato all’arresto di sei persone, su disposizione del Gip del Tribunale di Salerno.

Lascia un Commento