Mercato San Severino, nasce la ciclofficina solidale


Una “ciclofficina solidale” per il riuso delle vecchie biciclette ma anche un progetto di integrazione per soggetti disabili.

L’iniziativa è stata presentata nei giorni scorsi e parte da Mercato San Severino.
La ciclofficina sarà gestita con l’ausilio di un tutor specializzato, 80 nuovi volontari e 20 persone con disagio psichico inserite in programmi riabilitativi.
I volontari, a valle di una formazione generale e specifica, verranno impegnati nel recupero e ripristino di 100 biciclette in disuso, nella gestione di un servizio sperimentazione di bike sharing della durata di 2 mesi e infine nella realizzazione di 6 giornate evento volte a sensibilizzare e coinvolgere la cittadinanza sui temi del consumo critico, della mobilità sostenibile e degli stili di vita più sani ed ecosostenibili.

La ciclofficina, che sarà situata all’interno del Centro per l’ambiente del comune, verrà concepita come un laboratorio educativo-riabilitativo.
Al microfono di Francesco Ienco, Carmen Guarino
Riascolta l’intervista
Carmen Guarino su ciclofficina solidale

Lascia un Commento