Mercato S. S. (SA) – Operazione ‘Brown kids’, sei arresti per spaccio

Cinque arresti e un obbligo di firma sono stati eseguiti questa mattina nel corso di un’operazione antidroga dei carabinieri della Compagnia di Mercato San Severino, in collaborazione con i colleghi del Comando provinciale di Salerno e della Compagnia di Rimini. I militari, al termine di lunghe indagini avviate a seguito del ricovero per overdose e della successiva morte di un ragazzo 17enne, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Salerno nei confronti di sei persone, di cui cinque in carcere e una obbligata a presentarsi alla Polizia Giudiziaria.
Agli arresti sono finiti: Mario
ANSALONE, di 41 anni; Enrico SALVATI, 23enne; Juan Alexander EMANUELLI GONGORA, 28enne di origini cilene, ma residente a Mercato San Severino come i precedenti e come gli altri due arrestati Gennaro CATAPANE, operaio 20enne, e  Mario MIRACOLO, pregiudicato 60enne. L’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria riguarda un 22enne di Mercato San Severino. Secondo le indagini dei carabinieri le sei persone in questione sono ritenute responsabili, a vario titolo e in concorso tra loro, di un fiorente traffico illecito di hashish, canapa indiana, cocaina, crack e metadone nel territorio di Mercato San Severino e comuni limitrofi.
L’attività investigativa se da un lato non ha permesso di risalire al pusher che ha ceduto la dose che provocò l’overdose al minorenne, dall’altro ha consentito di fare luce sul fiorente e allarmante traffico di stupefacenti gestito dalla rete di spacciatori che fornivano un nutrito gruppo di tossicodipendenti, tutti abbastanza giovani ed in svariati casi  minorenni, affliggendo il territorio di Mercato San Severino e zone limitrofe. Lo spaccio avveniva anche davanti a locali frequentati da studenti universitari. Il giro d’affari stroncato è stato stimato in circa 10mila euro mensili.

Lascia un Commento