Mazzette per superare le liste d’attesa. La Cassazione esclude il coinvolgimento del primario di Neurochirurgia del Ruggi, Brigante

Presunte mazzette per scavalcare le liste d’attesa e operarsi prima all’ospedale Ruggi di Salerno. La Cassazione ha confermato l’estraneità ai fatti di Luciano Brigante, il primario del reparto di Neurochirurgia del nosocomio salernitano.
La Cassazione infatti ha rigettato il ricorso presentato dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pisa contro l’ordinanza del Tribunale del riesame di Firenze. Una decisione che stabilisce dunque che il primario è estraneo agli accordi intercorsi tra i pazienti e gli altri medici coinvolti nella vicenda escludendo il reato di concussione.

Lascia un Commento