Mazzette al Ruggi, accertato danno erariale per 570mila euro

 

I militari dell’arma dei Carabinieri appartenenti al Comando Provinciale di Salerno, hanno notificato un invito a dedurre nei confronti di 4 presunti responsabili di danno erariale, 2 dirigenti medici e una una caposala dell’ospedale “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno, nonché un dirigente medico di altra azienda sanitaria pubblica che operava presso l’A.O. di Salerno. 
Il danno erariale riguarda il presunto giro di mazzette per saltare le liste d'attesa
posto in essere da personale sanitario del locale reparto di neurochirurgia e del “Fukushima Brain Institute”, clinica privata di San Rossore (PI).
Nel corso delle indagini è stato infatti accertato che il primario p.t. di neurochirurgia dell’ospedale di Salerno utilizzava il reparto da lui diretto per eseguire interventi chirurgici mascherati come prestazioni “intramoenia”, utilizzando l’ospedale alla stregua di una clinica privata, regolando le prestazioni sanitarie in favore dei pazienti al di fuori delle regolari liste d’attesa e percependo indebiti compensi non dichiarati, spesso oggetto di contrattazione con lo stesso paziente. Le prestazioni oggetto di indagine hanno riguardato esclusivamente pazienti in condizioni di salute particolarmente gravi, spesso con una breve aspettativa di vita.

La Corte dei Conti all’esito delle attività investigative ha contestato ai 4 presunti responsabili un danno procurato all’Erario, complessivamente quantificato nella somma di 566.000 euro, nelle forme del danno patrimoniale da tangente e da disservizio, nonché nel danno non patrimoniale derivante dalla lesione dell’onore e del decoro del SSN e soprattutto dei suoi dipendenti. Al primario del reparto, infine, è stato addebitato anche l’ulteriore danno erariale per la violazione delle norme sull’esclusività, quantificato in 36.727,40 euro.

Lascia un Commento